Continuiamo così, facciamoci del male

UPDATE: Eccheccazzo! Così non va, non va proprio!

————————————————————–

Era tanto una bella serata.

Poi, per colpa di Gigi ho visto questo video:

Ma dico??? Uolter si fa, mi si passi il termine, un culo come un secchio a fare un partito, a mettere tutti (vabbè, quasi tutti…) d’accordo, a girare per tutta l’Italia, e mi arriva una sezione nuova nuova del PD, la 02PD, che in 3 minuti e 33 secondi riesce a buttare in burletta un’intera campagna elettorale…
Prima credevo che le speranze di vincere le elezioni fossero flebili. Da stasera, almeno, ho una certezza.

Meglio di niente.

Continuiamo così, facciamoci del male…

Che giornata di merda!

piccioni3.jpg

Ci sono giornate che cominciano male.

Giornate nelle quali nella migliore delle ipotesi è meglio rimanere a dormire.

Prendiamo una giornata a caso: oggi, per esempio.

E prendiamo una persona a caso: me, per esempio.

Sono andato a letto tardi e ho dormito sì e no cinque ore. Mi sono svegliato con un malumore cosmico e con un mal di testa assassino. Il latte per fare colazione non c’è. Pazienza. Vado al lavoro, e ogni mezz’ora esce un problema nuovo.

Quando comincia così, l’unica cosa da fare è una bella passeggiata durante la pausa pranzo.

Esco, e il sole che c’è stato tutta la mattina lascia il posto a tre enormi nuvole. Non importa, continuo. Arrivo al Pantheon, affollato di ragazzini in gita. Due di loro, particolarmente intelligenti e con un futuro radioso che li attende, pensano bene di lanciare pezzetti di pane ai piccioni e poi di spaventarli piombandogli addosso.

L’imboscata riesce. I piccioni volano via all’impazzata. Uno di loro, per la paura, mi smerda sulla spalla.

Vabbè. Torno in ufficio…

L’informazione urlata, la caccia alle streghe e le ragazze irlandesi investite a Roma

Foto dal corriere.itInnanzitutto, chiariamo. L’omicidio (molto probabilmente colposo) commesso dal giovane la scorsa notte qui a Roma va punito. Senza ombra di dubbio.

 

Ma.

 

Ma la pena deve essere inflitta dalla magistratura, non dai mezzi di informazione. Lo spettacolo di ieri è stato a mio modo di vedere penoso: tutti come iene a spolpare i brandelli di una notizia che in tempi normali avrebbe meritato, forse, l’apertura della Cronaca Nera. Ma non di più.

E invece no, via con il processo di piazza! Via con le urla inconsulte contro l’assassino! Via con i video in cui balla al volante! Peccato che non si trovino anche i parenti delle vittime in lacrime, sarebbe stato proprio un bello spettacolo…

Spettacolo, appunto, perché è a questo che alla fine si sta riducendo l’informazione.

E meno male che è successo ieri, perché altrimenti come si sarebbe potuto tappare il buco tra il massacro in Tibet e la pubblicazione dei nomi dei correntisti in Liechtenstein?

(foto da www.corriere.it)

Berlusconi è più alto di Vespa???

“Porta a Porta”. Berlusconi si è alzato per scrivere di IRPEF, affitti e tasse varie.

Ma che cazzo: E’ PIU’ ALTO DI VESPA!!!

Ma perché non inquadrano i piedi? Le inquadrature arrivano solo fino alle ginocchia e poi la regia fa primi piani  sulla lavagna… mah!

Pinsa e Buoi

Ai confini (esterni) della ztl notturna di San Lorenzo, vicino Porta Maggiore, sabato scorso abbiamo provato Pinsa e Buoi, un ristorante-pinseria (sì: ‘pinseria’, non ‘pizzeria’… capirete meglio più avanti…) che mi aveva incuriosito e che volevo provare da quando non sono potuto andare all’ultimo incontro organizzato da BlogBeer.
Parto dal mio personalissimo giudizio finale: Pinsa e Buoi potrebbe essere un ottimo ristorante, con piatti sufficientemente ricercati e contemporaneamente con un’ampia libertà di scelta nel menu. Però poi inciampa (e a volte cade, anche rumorosamente) su tutta una serie di dettagli che ti lasciano a fine serata con la sensazione che tutto sarebbe potuto andare meglio.
Continue reading “Pinsa e Buoi”