Antica Norcineria Lattanzi

Tanto perché rimanga agli atti,  tenetevi buono questo indirizzo. E’ un posto che ho scoperto da poco, magari di suo è famosissimo, ma io mi ci sono fermato quasi per caso ed è stata una rivelazione:

Antica Norcineria di Lattanzi Franco e figli
Via Casilina 22,400 – Laghetto di Montecompatri (Roma)
http://www.antica-norcineria.com

Quantità infinite di maiale in tutte le forme: braciole, fegatelli, salsicce a grana grossa, salsicce a grana fine, pancetta, tordi matti e chi più ne ha più ne metta.  Prosciutti e lonze che pendono dal soffitto. Decisamente non è un posto da vegetariani…

Tra l’altro, per lo meno il sabato, quando ci sono stato io, uscivano porchette calde a getto continuo (con la stessa velocità con cui andavano via), ma porchette vere, non quei cosi enormi e secchi che si trovano ormai anche al bar. Da provare. Assolutamente.

Join the Conversation

8 Comments

  1. Ma per piacere !!!!!
    Ne avevo sentito parlare molto bene e allora, sabato scorso sono andato a testare la cosa: Una grande affollata norcineria che peró non emanava i profumi gustosi della buona stagionatura dei salumi che erano appesi al soffitto e disposti sui banchi in vassoi. Molti banchi frigoriferi contengono i sottovuoti della merce a parer mio invenduta per evitarne la essiccazione eccessiva.
    Voglio parlare peró della cosa che mi ha deluso in assoluto e lasciato triste per tutto il pomeriggio: La famosa porchetta che “si scioglie in bocca” ma per via della sua prevalente consistenza grassa !!!!
    Nella zona sinistra della norcineria c’é la zona porchetta con tre o quattro inservienti che offrono le due varianti dello stesso prodotto: porchetta calda oppure fredda che effettivamente viene venduta alla grande!?. Giá nel modo di presentazione appare piuttosto sgradevole, trasportata su un carrello inox che traborda di grasso fuso biancastro colato durante la cottura. La cosa piú negativa é che il prodotto NON é una Porchetta ma un semplice trancetto di pancetta grassa arrotolata attorno un filettone di arista (notoriamente stoppacciosa) disossata e il tutto legato come se fosse un grosso involtino di lardo.
    Ho acquistato mezzo chilogrammo di prodotto che forse per via della probabile illuminazione artificiale ad-hoc non appariva troppo grassa e lardellosa come é risultata poi giunti a casa. Il sapore non é ovviamente risultato particolarmente gustoso solo grasso e salato, sicuramente peggiore del prodotto industriale di Ariccia. Il pezzo interno di arista é risultato accettabile e lo credo bene con tutto quel grasso esterno 😉 Ma alla fine siamo stati costretti a scartare per nausea almeno il 30% del prodotto.
    Altra grossa delusione sono state le salsiccette di cinghiale confezionate che hanno rivelato grossi problemi di stagionatura: erano fresce al centro e durette all’esterno con un cattivo aroma di irrancidimento specie nella parte esterna del budello…. buttate tutte 🙁
    Appena accettabile é risultata la qualitá degli stinchi arrostiti e comunque erano troppo salati e poco speziati. Stesso discorso per le famose coppiette di prosciutto perché troppo gommose e sature di colorante rosso.
    Insomma, non capisco proprio come faccia tutta quella gente ad affollare questo posto da turisti che mi ha ricordato tanto le norcinerie per gonzi delle vie di Nemi. C’era addirittura un parcheggiatore fuori che forse chiedeva pure la mancia, stiamo diventando proprio una generazione di mangia panatine e sofficini 🙁

  2. Non sono d’accordo. I prodotti sono ottimi. Dal momento che questo negozio attira moltissimi clienti vuol dire che la loro qualità non si discute, come ho avuto il piacere di constatare personalmente. Buon pranzo, mancato buongustaio!

  3. Non sono d’accordo. I molti clienti sono giudici migliori e non mancano di apprezzare l’ottima qualità dei prodotti.

  4. Mah, non voglio dire che i clienti non manchino perché il locale é ben fatto e quindi esteticamente attraente ma dire che il prodotto é ottimo e superlativo perché si vende, non vuol dire che si vende al massimo di quanto si possa fare. Molti clienti comprano perché non hanno ancora il termine di paragone oppure ho visto molti comprare le carni crude selezionate che poi prepareranno con cura a casa propria.
    Mi dispiace per voi ma, ritengo davvero di essere un buongustaio 😉
    Ciaoooni

  5. NON sono per niente d’accordo con il sig marco!!!! ho avuto la comunione di mia figlia e ho preso la porchetta da lattanzi e ho fatto un figurone!!! mi hanno fatto tutti i complimenti!!!! e ti parlo di un centinaio di persone!!! quindi potete immaginare che onore per me ricevere tutti questi complimenti Secondo me Marco ha sbagliato norcineria!!! forse produce porchetta anche lui ma non buona come quella di lattanzi!!!!:-))) a parte gli scherzi gli consiglio di andarci di sabato di degustare i prodotti e di constatare con i propri occhi quanta gente mangiano e apprezzano i prodotti di lattanzi!!! buona giornata!

  6. Ma allora non avete capito che quello che dovevo dire, onestamente per onore di cronaca sulla cattiva esperienza vissuta, l’ho giá detto nella mia lettera. Non sono assolutamente un Norcino e non ho alcun interesse a far sfigurare eventuali Professionisti di qualitá, voglio solo comunicare, a quante piú persone possibili, che la vera buona qualitá esiste ancora eccome, e bisogna pretenderla quando si spendono i nostri soldi che perdono di valore inesorabilmente 🙁
    Bisogna solo cercarla e farla cercare, diffondendo all’occasione le nostre valutazioni oggettive in maniera onesta perché spesso nella vita ci capita di incontrare le persone Oneste e continuerá a capitarci nella nostra vita. Mi viene in mente che come dice il prete “comunione” vuol dire comune unione quindi …… mangiate pochi grassi che troppi fanno male.
    Buone vacanze estive a tutti e salutatemi il Vs datore di lavoro 😉 evviva Lattanzi, contenti?

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *