Tag Archives: dolci

La Torta-Regalo di compleanno con crema pasticcera alle mandorle

Questa estate, pochi giorni dopo il compleanno di Paola viene il compleanno del Suocero, e visto che quest’anno i genitori di Paola sono venuti a trovarci, mi sono cimentato nella seconda torta decorata nel giro di due settimane. Ne è venuta fuori una torta tripla tutto sommato molto semplice da realizzare ma di grande effetto scenico.

Come impasto base ho fatto tesoro dell’esperienza precedente, e ho scelto una torta paradiso (la ricetta l’ho presa da cookaround) cotta in uno stampo rettangolare.

Dallo stampo ho ricavato due quadrati grandi e due piccoli, ognuno tagliato in due per la farcitura. I quattro quadrati grandi, impilati, sono andati a comporre il pacco grande, i quattro piccoli, presi a coppie, hanno formato i pacchetti più piccoli.

Nessuna bagna, la torta paradiso è buonissima anche senza.

Come farcia e copertura la stessa crema utilizzata per la Mezza Torta, ma con una grossa differenza: niente amido (di riso o di mais) nel composto, ma subito dopo aver unito tutto ho aggiunto un barattolo da 150 ml di crema di mandorle realizzata con questa ricetta. Ne verrà una crema pasticcera alle mandorle, in cui l’amido contenuto nella spalmabile fungerà da addensante.

Farciti e ricoperti gli strati di torta (come base in tutte le operazioni è sempre bene usare della carta forno, che si sfilerà solo prima della decorazione)…

… si passa alla decorazione.

Ho utilizzato circa un chilo e duecento grammi di pasta di zucchero già pronta (uso di solito quella della Decora, che trovo, qui a Roma, da Castroni a Cola di Rienzo), colorata con i colori liquidi che si trovano, nei tre colori base, al supermercato.

Per le torte piccole la copertura è fatta con un unico foglio, mentre per la grande ho utilizzato un grande rettangolo per coprire i quattro lati e un quadrato un po’ più grande della base per realizzare il coperchio.

Trucco per i fiocchi: avvolgere la sottile striscia di pasta attorno a una matita o una penna per ottenere l’effetto “fiocco arricciato”.

 

La Casetta di Campagna

via Affogalasino 40
Roma
06-65743230
Sito Web: http://www.casettadicampagna.it/
email: casettadicampagna@libero.it

Giorno di chiusura: Lunedì –

La casetta di campagna (o “le casette di campagna”? Boh, non l’ho mica capito) è un ristorante pizzeria enorme. O meglio: è un ristorante enorme e una pizzeria enorme: ci troviamo in via Affogalasino, vicino via del Casaletto, in una zona che pur essendo dentro Roma è a tutti gli effetti in mezzo alla campagna. E qui si stende questo posto gigantesco, immagino utilizzato anche per ricevimenti et similia, con due strutture, una adibita a pizzeria e una a ristorante. I coperti sono sicuramente più di duecento.

Noi abbiamo provato la parte di ristorante, e anche se non ne siamo usciti entusiasti, penso sia un indirizzo da tenere presente.

Il servizio è gentile e puntuale, e una particolare cura è dedicata alla presentazione dei piatti.

Venendo al sodo, abbiamo provato come antipasti  il frittoccio, un fritto misto con polpettine di verdure, fiori di zucca e cannoli di pasta phillo, il tutto servito molto scenograficamente in cartocci di carta da pane e scatoline di cartone. Sempre per antipasto dell’ottimo prosciutto crudo e mozzarelle di bufala. Continue reading

Il Migliaccio

Il migliaccio è un dolce tipico del carnevale napoletano. Ma vuoi per mia ignoranza, vuoi perché l’aroma di fiori d’arancio lo associo indissolubilmente alla pastiera e alla Pasqua, è appunto a Pasqua che sono solito prepararlo.

L’esecuzione è semplicissima, si tratta essenzialmente di un dolce di semolino, ricotta e uova, e la ricetta qui di seguito è della mamma di Mary, una mia collega di quando lavoravo a Sanpaolo IMI.

La riporto così com’è. Forse un po’ di zucchero in più non guasta, ma anche così dà molta soddisfazione.

Ingredienti per il semolino:

150 gr. di semolino, 50 gr. di burro, ¾ di latte, 2 cucchiai abbondanti di zucchero, un pizzico di sale

Ingredienti per la ricotta:

500 gr. di ricotta (preferibilmente di pecora), 4 cucchiai abbondanti di zucchero, 4 uova intere e 2 tuorli, la buccia di 1 limone grattata, 1 fialetta di aroma “fior d’arancio”, un pizzico di cannella.

Lavorazione:

1° fase: Preparare il semolino nel seguente modo:

Portare ad ebollizione il latte con il burro, lo zucchero e un pizzico di sale; togliere un attimo dal fuoco e versare a pioggia il semolino mescolando con un cucchiaio (possibilmente di legno),  rimettere sulla fiamma bassa mescolando continuamente, fino a cottura del semolino (circa 4 o 5 minuti). Lasciare raffreddare.

2° fase:

Lavorare la ricotta con tutti gli altri ingradienti (tranne la fialetta) con il frullatore ad immersione, quindi aggiungere il semolino ormai quasi freddo e continuare a lavorare con il frullatore; assaggiare per verificare se è abbastanza dolce.

Alla fine aggiungere la fialetta, mescolare qualche secondo e versare in una teglia imburrata ed infarinata di media grandezza.

Infornare a 170° per circa 45 minuti o finchè la superficie diventi dorata. Spegnere e lasciare raffreddare in forno.

Servire con zucchero a velo, spolverato al momento.

P.S.: prima di infornare, metter sulla superficie dei piccoli fiocchetti di burro.

Si possono aggiungere all’impasto anche pinoli e uva passa.

Enosteria

Via Marco Valerio Corvo 132
Roma
06-7674507
Sito Web: http://www.enosteria.it/
email: info@enosteria.it

Giorno di chiusura: –

UPDATE!

Enosteria da qualche tempo ha chiuso. Lasciamo la recensione ad uso e consumo dei posteri.

Al posto di Enosteria ha aperto un nuovo locale con una nuova gestione: La tana del Gusto. I nostri migliori auguri ai proprietari!

 

—-

Enosteria, sulla Tuscolana all’altezza di Via Giulio Agricola, è un indirizzo da tenere a mente se ci si trova in zona.

Siamo andati a provarla incuriositi dalle lodi intessute da un nostro amico, assiduo frequentatore, nei confronti della carbonara di pesce. Ne siamo usciti con la certezza di aver trovato un buon ristorante di pesce (fanno anche carne, ma non l’abbiamo provata) da tenere presente per il futuro. Continue reading

Ziro Bar and Restaurant

Via Flaminia Vecchia 520
Roma
06-33270101
Sito Web: http://www.zirorestaurant.com

Giorno di chiusura: Domenica

ATTENZIONE: da qualche tempo Ziro Bar & Restaurant ha chiuso a causa di alcuni contrasti che hanno finito per travolgere l’intero locale. E’ un vero peccato, perché era un progetto davvero interessante e ben avviato. Ora lo chef Giuseppe Ruotolo lo trovate a Cava de’ Tirreni, al ristorante L’Accartocciato.
Nel fare un in bocca al lupo a loro due e a tutta la brgata di cucina, in segno di omaggio a Ziro lascio qui di seguito la recensione originaria.
Continue reading

T-Bone Station

via Francesco Crispi 27
Roma
06-6787650
Sito Web: http://www.t-bone.it
email: info@t-bone.it

Giorno di chiusura: –

C’è che quando mio padre si fissa con un posto, succede che ti porta sempre lì…
Non so come, non so quando, ha provato la T-Bone Station per la prima volta, fatto sta che ormai è meta fissa quando decide di offrire il pranzo domenicale.
E tutto sommato, non ci si può davvero lamentare.
A Roma ce ne sono 4 di questi ristoranti, a Trastevere vicino piazza Trilussa, a via Crispi (traversa del Tritone), a via Flaminia, altezza corso Francia e a Casal Palocco. I locali sono abbastanza diversi fra loro, come stile e dimensioni (unica cosa in comune la difficoltà a parcheggiare): tavoloni in legno, panche e stile “western” a via Crispi, più “fighetto” a Trastevere e via Flaminia (mai stato a Casal Palocco). I menu invece sono identici, come ci si aspetta in catene di questo tipo.
Continue reading

Tatà

Piazza Guglielmo Marconi 11
Roma
06 5920105

Giorno di chiusura: –

…E arrivò la recensione!
La serata è stata stupenda: alla fine eravamo oltre 60 persone, abbiamo occupato quasi metà dei posti disponibili e l’atmosfera è stata assolutamente conviviale, divertente e allegra.

Confermo quanto detto nelle prime osservazioni su questa pizzeria-ristorante (praticamente l’unica degna di questo nome nei pressi del Palazzo dei Congressi all’EUR) sia quanto riguarda l’ambiente, con un allestimento molto curato, sia per quanto riguarda la qualità dei piatti, discreta, accettabile.

Per il resto c’è un chiaro molto chiaro ed uno scuro abbastanza scuro.

Il chiaro: gestire oltre 60 persone in un ristorante non è semplice. Anzi. Ho visto locali creare molti più problemi per molte meno persone. E invece da Tatà siamo stati trattati superbamente, con una professionalità eccezionale.
Continue reading

Al Ristoro degli Angeli (dall’ostessa garbata)

Via Luigi Orlando 2
Roma
06-51436020
Sito Web: http://www.ristorodegliangeli.it/index.php
email: info@ristorodegliangeli.it

Giorno di chiusura: –

Quanto mi piace la Garbatella! Pare di stare in un’altra città, o meglio in un paese, con le viuzze strette, le palazzine rosse con cortile ma senza balconi (i famosi “Lotti”), le botteghe, le insegne degli Enti sulle facciate dei palazzoni dall’architettura severa. Al pari di Trastevere e Testaccio, è considerato uno degli ultimi baluardi della romanità verace, e per questo sta diventando sempre più luogo “in” (basta andarsi a vedere quanto costano le case… brrr!).
Non divaghiamo però. Su una delle piazze storiche della Garbatella, di fronte al Palladium, troviamo questa osteria: “Al Ristoro degli Angeli” (dall’ostessa garbata). Il locale si trova sotto il porticato dell’ex Ente Comunale di Consumo, ed è una vera sorpresa.
A differenza delle trattorie romanesche della zona, non troviamo tovaglie di carta a quadrettoni e bicchieri svasati, e nemmeno trippa, coratella e abbacchio. O almeno non solo e non sempre.
Continue reading

Angeli a Borgo

Borgo Angelico 30
Roma
06 6869674
Sito Web: http://www.angeliaborgo.com
email: angeliaborgo@fastwebnet.it

Giorno di chiusura: –

Dovendo riassumere all’estremo cosa penso di questa pizzeria-ristorante nel bel mezzo di Borgo vi direi che è un bel locale dove si mangia bene e non si spende molto, e di questi tempi è un gran che dire.

Continue reading

Fusillipo

Via Aurelia 350
Roma
06-6621894
Sito Web: http://www.fusillipo.it
email: info@fusillipo.it

Giorno di chiusura: –

Da un paio di mesi, Fusillipo ha chiuso.

Via Aurelia 350
Roma
06-6621894
http://www.fusillipo.it
info@fusillipo.it

Giorno di chiusura: -

Fusillipo è un piccolo ristorante-pizzeria all’inizio di Via Aurelia, vicino alla chiesetta di Madonna del Riposo. Era un po’ di tempo che volevo provarlo, ma mi sono deciso solo qualche giorno fa. Logisticamente non è il massimo, perché in quel punto l’Aurelia è ad un solo senso di marcia (sull’altro c’è una corsia preferenziale) e perché c’è pochissimo spazio per parcheggiare. E tuttavia è un locale molto attraente, Continue reading