T-Bone Station

C’è che quando mio padre si fissa con un posto, succede che ti porta sempre lì…
Non so come, non so quando, ha provato la T-Bone Station per la prima volta, fatto sta che ormai è meta fissa quando decide di offrire il pranzo domenicale.
E tutto sommato, non ci si può davvero lamentare.
A Roma ce ne sono 4 di questi ristoranti, a Trastevere vicino piazza Trilussa, a via Crispi (traversa del Tritone), a via Flaminia, altezza corso Francia e a Casal Palocco. I locali sono abbastanza diversi fra loro, come stile e dimensioni (unica cosa in comune la difficoltà a parcheggiare): tavoloni in legno, panche e stile “western” a via Crispi, più “fighetto” a Trastevere e via Flaminia (mai stato a Casal Palocco). I menu invece sono identici, come ci si aspetta in catene di questo tipo.

Che si mangia? Sui menu, riportati su tovagliette di carta che sostituiscono le tovaglie, possiamo trovare piatti della cucina tex-mex. Imprescindibile è un inizio con un bel piatto di nachos caldi con vari dressings: salsa Taco, formaggio fuso, panna acida, Guacamole, Jalapenos. Per chi poi vuole esagerare, ci sono i famosi Onion Rings (anelli di cipolla fritti dorati), la pannocchia stufata e glassata al burro, o le alette di pollo preparate in vari modi.
Si passa poi ai piatti principali. Ci si può indirizzare su un bel pezzo di carne ai ferri, di ogni forma e dimensione oppure scegliere un hamburger (sono molto buoni); se si è a dieta, si può andare su un’insalata o su piatti a base di pollo (anche il “triste” petto di pollo ai ferri acquisisce una certa dignità…) o pesce (mai provato). Ogni piatto viene accompagnato da patate fritte o da una patata al cartoccio condita come si vuole.
Generalmente, sopra tutto ciò ci si beve birra, ma esiste anche una carta dei vini con un paio di buone etichette.
I dolci sono ipercalorici, come zio Sam comanda, dalla torta con i biscotti Oreo, al Waffle con gelato e sciroppo d’acero, fino ad arrivare al Brownie con panna.
Dopo averlo provato e riprovato, posso dire che è un buon indirizzo per fare un pasto divertente, diverso dalla solita pizza/bucatino. Può sembrare una versione ripulita di un fast food, forse lo è, ma la qualità è decisamente superiore e poi non c’è quel tremendo puzzo di fritto…
Il sito internet molto aggiornato e completo, con tanto di foto e menu.
Dimenticavo: si spende sui 20-22 euro a cranio.

PS: Per completezza, gli indirizzi degli altri locali sono:
via Santa Dorotea 21, 06-5882079
via Flaminia Vecchia 525, 06-3333297
via di Macchia Saponara 83, 06-5216733

Condividi

6 thoughts on “T-Bone Station

  1. 🙂 Davvero un posto gradevole… la cucina è curata e la scelta Molta… CONSIGLIATISSIMO 🙂

  2. Ottimo locale dove fermarsi dopo una passeggiata in centro per recuperare le forze con le mega-bistecche western style servite con le meravigliose patate al cartoccio..Ci sono stata di sabato, e nonostante la folla, siamo stati serviti con rapidità (forse perché prima finivamo, prima lasciavamo il tavolo agli altri…!) e cortesia. Carni veramente buone, insalate forse troppo esageratamente piene di tutto e di più, porzioni abbondanti: ottimo compromesso qualità-prezzo, per essere un locale al centro di Roma. Unica accortezza: MAI senza prenotare…

  3. Io vado a quello di casal palocco!!!!!
    carne ottima! salsa barbecue ottima!
    e cameriera bona! meglio della patata al catoccio ^^

  4. ho provato più volte quello di via del tritone. rimasto sempre soddisfatto,sia per la qualità e abbondanza del cibo. servizio cordiale. grande varietà di salse,dal tabasco al BBQ. certo il costo,non è moderato,però ne vale la pena. decisamente consigliato!! per il posto a sedere non ho mai avuto problemi,anche perchè sono stato sempre infrasettimanale e sul presto.

  5. mah..a quello su corso francia gli ho dato 3 possibilità e tutte le volte la carne era dura..mah..quello a via del tritore ricordo era meglio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *