Sei anni, quattro mesi, nove giorni – Vite parallele

.

Il 23 febbraio 2002 lavoravo tranquillamente all’università, facevo esperimenti in galleria del vento mettendo a frutto le conoscenze di aerodinamica acquisite durante il corso di laurea.

Il 23 febbraio 2003, dopo aver iniziato a lavorare al SanPaolo IMI come valutatore di progetti di Ricerca e Sviluppo, mi trovavo a Napoli per un corso. Sono rimasto lì per un mese circa, ed è stato un periodo molto divertente.

Il 23 febbraio 2004 forse mi trovavo a Torino. Da due anni io e la mia fidanzata di allora facevamo i pendolari tra la capitale sabauda e quella pontificia. Stancante ma divertente.

Il 23 febbraio 2005 mi stavo riprendendo dallo shock di essere stato lasciato dalla fidanzata (anzi, più politically correct: di aver deciso di lasciarci). E di lì a poco mi iscrissi al corso di Scrittura Creativa di Cinzia Tani, che mi avrebbe cambiato la vita.

Il 23 febbraio 2006 dopo un viaggio negli Stati Uniti poco avventuroso ma molto divertente (se per “divertente” intendete dormire in 4 cristoni pelosi dentro un doppio letto matrimoniale in un Motel6 nei sobborghi di Washington in pieno agosto), avevo da poco avuto la conferma che la mia vita sarebbe cambiata. In meglio.

Il 23 febbraio 2007 stavo vivendo in pieno la ristrutturazione aziendale del mio nuovo datore di lavoro, la BNL, acquisita da poco da BNP Paribas. Mesi di incertezza terribile sul mio futuro professionale, con l’orribile sensazione di non poter fare nulla per determinarlo.

Il 23 febbraio 2008 avevo da pochi giorni salutato Paola in partenza per Palermo. Una partenza in nave, struggente come tutte le partenze in nave. Da poco avevamo festeggiato il nostro primo anno di convivenza, tanto facile a realizzarsi quanto difficile ad immaginarsi.

Oggi mi sto preparando ad una grande scelta, ma di questo ve ne parlerò in un altro momento… Tra l’altro, è stato il ventisettesimo compleanno di mio fratello. Abbiamo festeggiato allegramente in famiglia, tra porzioni pantagrueliche di pasta al forno e candeline che hanno storpiato una torta inacidita.

Il 23 febbraio, Ingrid Betancourt è stata rapita dalle FARC.

Oggi è stata liberata.

Sei anni, quattro mesi, nove giorni sono molto lunghi.

Bentornata, Ingrid!

Join the Conversation

2 Comments

  1. Grazie per il peloso, caro il mio ipotricotico amico!
    A conti fatti, tutto si puo’ dire della nostra permanenza nel motel di 50 Cent a Washington, tranne che non sia stata avventurosa 😛
    Non so ancora come non ci siamo ritrovati una pistola puntata contro 🙂

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *