Da Baffetto

via del Governo Vecchio 114
Roma
06-6861617

Giorno di chiusura: –

“Da Baffetto” è una di quelle pizzerie che a Roma sono ormai da anni entrate nell’immaginario collettivo. Anche le (poche) persone che non ci sono mai state, sanno che quando si parla di pizza romana, bassa e sottile, il primo pensiero, e con qualche ragione, va a Baffetto.

Ma di che tipo di locale stiamo parlando? Iniziamo col dire che Baffetto è solo ed esclusivamente una pizzeria, senza alcuna concessione a primi approssimativi o a secondi decongelati. Continuiamo col dire che l’ambiente è a mio parere brutto, trasandato, quello che ti aspetteresti da una vecchia osteria dei tardi anni settanta. I tavoli sono uno addossato all’altro, il livello di privacy è praticamente nullo. All’entrata, dopo le 20 di qualunque giorno c’è una fila costante, che non si può superare neppure prenotando. La clientela, a causa o per colpa della posizione e del grande successo, è composta costantemente al 50% da turisti.

Eppure, eppure nonostante tutto Baffetto è un’ottima pizzeria, che fa onestamente il suo lavoro e che non si è fatta corrompere né nel gusto né nel prezzo dal flusso perenne di clienti. Come antipasto, la bruschetta mista è un piatto che oltre alla fetta di pane abbrustolita con i pomodori (quelli grandi, da insalata, a rondelle), presenta anche una porzione di fagioli cannellini, qualche oliva e qualche funghetto.
Poi, la regina, la pizza. I gusti sono quelli tradizionali ma vi segnalo, come particolarità, la margherita con la cipolla, il cui odore permea tutto l’ambiente. Non fosse stato per la necessità di intrattenere rapporti sociali, sarebbe stata la mia scelta!
Come ho detto prima, la pizza è ottima. Non aspettatevi le 2.743 ore di lievitazione naturale che oggi vanno tanto di moda, ma una pizza romana sottilissima, servita su un tradizionale piatto di acciaio, e disponibile in due dimensioni, media e doppia, quella sì. E dopo uscirete più che soddisfatti.
Infine, i dolci sono quelli comuni, a partire dall’onnipresente tiramisu, ma senza alcuna vetta eccelsa.

Una bella sorpresa la riservano i prezzi. Per una cena completa (antipasto, pizza, dolce e birra) difficilmente vi sposterete di molto dai 15 euro. Se considerate che una margherita doppia costa 4,5 euro (ormai poco più di un panino in centro) e che le restanti pizze, doppie, costano 7 euro, il gioco è fatto.

Nel complesso, se non ci fosse quella stramaledettissima coda davanti, di sicuro Baffetto sarebbe un porto sicuro per il mio desiderio di pizza!

Centro della mappa
map
Da Baffetto
via del Governo Vecchio 114
Roma
06-6861617

Condividi

21 thoughts on “Da Baffetto

  1. Baffetto è una assoluta meraviglia. Me l’ha fatto conoscere la mia onnipresente amica Nives, donna di buon gusto in ogni campo.
    Una delizia. Paghi pochissimo e mangi bene… a me piace molto la torta della nonna, onestamente: molto buona.

    Per l’ambiente, concordo: non è un posticino raffinato. Ma è proprio questo che lo rende caratteristico, secondo me: è estremamente “romano”, ecco.
    (Non per nulla c’è… oddio, come si chiama? Una pizzeria che copia spudoratamente lo stile di Baffetto, anche nelle pizze, ma senza la fila…)

  2. Allora io vorrei vedere in faccia le persone che hanno il coraggio di consigliare un posto come baffetto!!
    Ci sono andata qualche tempo fa con una mia amica attirata dalla sua fantastica nomea.. Dire che è stata una delusione totale sarebbe MOOOLTO riduttivo!!
    Il locale è piccolo ,affolatissimo e squallido! I tavoli mi ricordavano i banchi che avevo alle elementari,e vi giuro che non lo dico per esagerazione .. è così!! provare per credere (anzi è meglio non provare,lo dico per voi 😉 )
    Appena arrivate veniamo messe allo stesso “tavolo” da 4 con una coppia di sconosciuti..ma vi rendete conto??
    Comunque non ci diamo per vinte ..leggiamo il menù e con nostra amara sopresa scopriamo che NON CI SONO FRITTI!
    Ok.. cerchiamo di non dare peso alla cosa e ordiniamo solo due pizze margherite..
    Lo sapete dopo quanto sono arrivate ???? UN’ORA!!!
    Ve lo giuro!
    Dopo un’ora di attesa la pizza sarebbe dovuta essere come minimo la più buona che abbiate mai mangiato in vita vostra!! E invece… niente di eccezionale.. fra l’altro molto piccola..
    Insomma basta regalare soldi a questi TRUFFATORI che si fanno beffe dei propri clienti!
    Ripeto che posso capire dei poveri turisti sprovveduti..ma il fatto
    che ci sia gente di Roma che consiglia un posto simile mi sconcerta!
    Ai gestori del locale invece posso solo dire : VERGOGNATEVI!!!!

  3. Pingback: diggita.it
  4. Baffetto? maleducati tutti a partire dalla proprietaria: tipico atteggiamento: tanto sono turisti, li vedo ora e poi non tornano più…ho chiesto una insalata esotica, 9 euro, dovevano esserci i gamberetti ma erano finiti peccato che non me lo avessero detto prima e quando l’ho fatto presente la proprietaria ha detto “ecco il resto” senza dire altro. inoltre non vi è pulizia nè cura dell’immagine, i camerieri litigano davanti ai clienti, non un grazie non un sorriso..e la pizza? per nulla croccante, anzi direi molliccia e indigesta.

  5. Bah…a dispetto della fama, finita la pizza non sono stato troppo soddisfatto del Baffetto. Gli darei un 6+.
    Io e un amica (entrambi turisti) siamo entrati verso le 20.30( i tavoli fuori erano tutti occupati), ci hanno relegato nell’angusto tavolino dietro la porta, vicino alla cassa. Vabbè, fin qui niente di male… il posto era pieno e l’orario era quello che era. C’erano 4-5 camerieri (uno aveva il busto- tra l’altro era anche il + maleducato con i clienti che entravano).Aspettammo guardando le foto di persone + o – famose assieme al proprietario che costellano le pareti).I due pizzaioli erano veloci e sembravano saper il fatto loro. Il baccano era forte, gli improperi in Romanesco diretti a turisti stranieri fioccavano.- faceva atmosfera-. Le pizze arrivarono dopo 15 min. La mia Margherita aveva il bordo bruciato-nero-carbonizzato per metà. La mozzarella sapeva da plastica. Ma avevo fame e la mangiai in velocità (tranne il bordo bruciato). Notai solo dopo il sapore ferroso in bocca , derivante dalle micro-lesioni provocate dalla pizza secca, sottile , bruciacchiata- neanche avessi mangiato dei cocci o una lampadina.
    Il conto per 2 pizze e 2 birre medie- 19€
    Insomma se questa era la “pizza romana” non faceva proprio per me. Preferisco di gran lunga quella napoletana, memorabile la prima, mangiata da Mattozzi nel 2001 e pagata 6000 lire. La sogno ancora oggi.

  6. Il commento di chi ha ha scritto la recensione stride palesemente con troppi commenti! C’è qualcosa che non gira…Io sono di Roma ma da 35 anni abito a Milano. Da Baffetto ci andavo 35 anni fa e ci ho fatto le mie prime conquiste, quindi ne ho un bellissimo ricordo. E forse il mio commento si dovrebbe chiudere qui…Si andava li proprio per mangiare una maxipizza (la fanno ancora?) a stretto contatto di gomito con altre 20 persone (le sole che entravano nel locale) e condividere il casino tipico del posto. Oggi che faccio il cumenda preferisco non andare più in quei posti e poi…non fanno il fritto e non c’è neanche un gamberetto nell’insalata tropicale!!! A proposito poi dei camerieri cafoni e sgarbati a Roma, cari amici e conterranei, fatevelo dire da un romano in trasferta da 35 anni….sono la norma. Roma è tra le peggiori città in assoluto per il servizio nei ristoranti. Se volete provare andate da Sabatino alle Cave di Sant’Ignazio….
    Ciao a tutti e salutatemi Baffetto

    Michele 🙁

  7. Io non capisco tutti questi commenti negativi…Baffetto è una semplice pizzeria, fanno semplicemente la miglior pizza di Roma. Se volete mangiare la buona pizza dovete andarci, non dovete andarci per fare cene di lavoro, o cene romantiche. L’antipasto è solo la “bruschetta BiTurbo” con pomodoro, rughetta, crudo, fagioli, olive nere e funghetti (4 euro e buonissima).
    Le pizze squisite…sopratutto capricciosa e “la baffetto” per amanti del cipollone!
    Secondo me merita tantissimo. Conto dell’altra sera: 52 €. 3 Bruschette BiTurbo, 3 pizza, e 8 birre! 17 a testa!

  8. La migliore pizza di Roma la si può trovare al Nuovo Mondo a Testaccio oppure all’Obitorio a viale Trastevere strano che ancora non ci siano recensioni su questi 2 locali, cmq. Baffetto non è male ma è diventato troppo turistico direi che preferisco la Montecarlo

  9. E’ vero, mancano.
    Nuovo mondo non mi ha mai entusiasmato, mentre l’Obitorio in effetti è un portento: anche se per i miei gusti è inferiore a Montecarlo, è da un po’ che non ci vado me è uno dei pochi posti dove prendersi una pizza all’1,45 di notte senza essere guardati male dai camerieri e dai gestori!

  10. ambiente molto rumoroso, personale maleducato e scortese, pizze non eccellenti. Giusto il conto si salva. Ma preferisco pagare qualche euro in più e mangiare bene ed in santa pace!

  11. locale niente di che con pizze nella media romana, tanto ossannate dai turisti solo perchè si sta in centro e ne capiscono poco, prezzi bassi.Su una cosa sono imbattibile: la maleducazione che non centra nulla con un’aurea di compartemanto romano che è pretesa dietro cui nascondono l’incapacità di parlare in italiano con un minimo di educazione di base; c’è però coerenza dal lavapiatti al proprietario hanno tutti la stessa formazione qualificata nell’insultare chi gli da da mangiare.Sconsigliatissima andate alla MONTECARLO a 20 metri niente fila piezza buona e prezzo identico

  12. per me baffetto potrebbe chiudere domani
    co’ sta solfa del semo-romani-te-trattamo-male la ristorazione romana è una spanna sotto gran parte (forse tutte) le ristorazioni nazionali
    la pizza di baffetto più che romanesca è estrema (per me la pizza vera si mangia ai marmi, al formula uno, posti così) e regà… troppo piccola
    e poi ti cacciano appena hai finito… e vabbè che c’è la fila… ma mica so’ n’oca da fois gras

  13. e cmq sì… se proprio vi piace la pizza di baffetto regola aurea: montecarlo
    identica la pizza, identico il prezzo ma non fai la fila, sono più cortesi e non ti cacciano

    montecarlo a vita

  14. Come si fa a parlare bene di questo posto è un mistero che forse non riuscirò mai a spiegarmi!!.. dopo mezz’ora di fila ci fanno entrare e su un tavolo da 4 ci fanno sedere in 6…calcolate che io ero con la mia ragazza quindi stavamo con altri 4 sconosciuti e soprattutto quando è arrivata la pizza (oltre un’ora di attesa) era un’impresa avere il minimo spazio per mangiare non urtando le persone che erano al tavolo con noi!!…la pizza?? uno schifo inimmaginabile, lo so che a roma in genere non è il top la pizza ma questa le batteva tutte. Il personale? scortese è appena un eufemismo!! insomma penso che non ci andrò più manco se me sto a morì de fame!!!!!!!!!!!!!!!!!

  15. chiedo scusa se intervengo su un locale che non conosco affatto (e meno male! visti i commenti… 🙂 )
    questa non vuole infatti essere una recensione ma un semplice commento sulle tante proteste di maleducazione, apparentemente diffusa nei locali di mezza città. ebbene scusate ma non ci sto.
    solo nel mio quartiere conosco almeno una decina di ristoranti/pizzerie che vanno dall’appena discreto all’ottimo (riguardo al menù), ma dove la cortesia del personale non si discute.
    mi dispiace che una brutta esperienza trasteverina possa dare (soprattutto a chi viene da fuori) un’idea generalizzata del tipico-cameriere-romano-villano-e-frettoloso, vi assicuro che nella stragrande maggioranza del casi non è così.
    non fate la figura del tipico-turista-pollo-da-spennare 🙂

    mangiare fuori casa dovrebbe essere un piacere per il
    palato, l’occhio e possibilmente il portafoglio, non è accettabile essere trattati male o frettolosamente, anche se può capitare la pizzeria strapiena ed è doveroso tenerne conto.

    approfitto per ringraziare la redazione di secondome, che con le sue recensioni mi ha permesso di conoscere nuovi locali e di evitare alcune trappole acchiappa-turisti. 😉

  16. Ma infatti, do ragione a Giulia…ho trovato ovunque nel mondo maleducazione da New York a Parigi per arrivare a Milano, basta co ste stupidagini che a Roma ti trattano male, ovunque è così con file interminabili e cibo scadente, specie nel centro.Prendo esempio Barcellona, una città che fa della cortesia e dell’amicizia una delle sue peculiarità. Se ve ne andate a mangiare una Paella sulla Ramblas il trattamento è quello tipico del turista mangi male spendi tanto e di corsa..per piacere purtroppo, ripeto, tutto il mondo è così e non solo roma.

  17. Sono andato sabato scorso..una vera cag…ta…la pizza nn è male, ma è minuscola e te la fanno pagare cmq 10 euro…infatti nei menù, nn so da quanto, hanno messo 2 tipi di prezzi, uno per un eventuale sottile, uno per una doppia credo…fatto sta che ci è arrivata una sottile a l abbiamo pagata comunque in media 9 euro a testa….inoltre lo “staff”, se così si può chiamare, è un mero branco di pastori, tutti stranieri, non romanacci, con il solo Baffo a dirigere..(grezzo cmq anche lui)…si sono sbagliati a portarci una pizza, destinata ad un altro tavolo e dopo un quarto d’ora, quando abbiamo detto che probabilmente nostra nn era perkè nn è arrivata insieme alle altre (sebbene fosse dello stesso tipo), l hanno presa dal nostro tavolo e data direttamente all’ altro, composto da malcapitati turisti inglesi…che quando gentilmente hanno fatto notare lo schifo dell’ azione, sono stati mandati a quel paese con testuali parole “Ma nn rompe er ca… te l’ amo fatta in due minuti e rompi pure” (in un accetno slavo-romano)….per questo…alla fine il risultato è ke per una pizza e una nastro azzurro ho pagato 13 euro, aspettato un botto e so stato trattato uno skifo..quindi se volete un consiglio nn c ‘andate..forse prima era buono e conveniente…oggi è una presa per i fondelli

  18. Sono anni che non vado da Baffetto, non so dirvi ora, ma ricordo delle pizze buone ed un ambiente molto da osteria, in cui, si, può capitare di essere messi al tavolo con degli sconosciuti ed è questo il bello!! rende tutto molto “umano”.. limita i convenevoli e, in un certo senso, ci costringe ad uscire dal nostro isolamento autistico! riguardo alla scortesia non sono proprio d’accordo, né su Baffetto, né sui ristoratori romani in generale.. da qualche anno vivo a Milano e vi assicuro che i ristoratori più malmostosi li ho trovati lì! quindi.. tutto il mondo è paese, nel bene e nel male…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *