Accasadì

Mercoledì 1 settembre 2010 abbiamo deciso che era arrivata l’ora di andare da “Accasadì”. Da tempo alcuni i colleghi, in particolare una abitante nella stessa via, ne parlavano bene e così, spinti anche dalla curiosità e previa incursione nei vari blog dove se parla de magnà.., prenotiamo e andiamo. Tipica pizzeria-ristorante di quartiere posizionata in viale Opita Oppio, all’inizio della Tuscolana (dico inizio perché nel mio immaginario questa strada inizia dagli archi dell’acquedotto e non a Re di Roma…), via ampia e comoda soprattutto per parcheggiare in doppia fila.

È mercoledì e la sala è piena e anche nei tavoli all’aperto è quasi ‘sold out’ nonostante la serata non calda. Il tavolo riservatoci all’interno è ‘in mezzo alla via’, perfetto per vedere come funziona il tutto. I blog non avevano sbagliato: tavoli esageratamente vicini anche se l’atmosfera minimal elegante (quasi trendy nonostante il saccheggio da Ikea, almeno così sembra..) è caotica ma piacevole.

Servizio rapido ed attento, ci serve un cameriere giovane con basettoni e parlata siciliana (?). La comanda la prende una specie di carabiniere, forse il direttore di sala (alla cassa però c’è un’altra persona) che mentre scrive guarda da altre parti come a controllare che tutto vada bene, tanto da farci dubitare di avere scritto le cose giuste. Ma l’efficienza qui la fa da padrone e lui è veramente attento e preciso, a dispetto dell’atteggiamento empatico.

La nostra idea è quella della pizza accompagnata da sfizi vari e l’esame del menù e i consigli del tavolo accanto (due ragazze carine e magre che si sono mangiate a momenti pure il tavolino…) ci portano ad ordinare con un’unica comanda -come piace a noi-: bottiglia da 75 cc di acqua gassata (1,50 euro), una birra chiara media (5), 1 porzione di patate cacio e pepe (6), 1 filetto di baccalà (4), 1 tortino di zucchine, funghi e provola (7), 1 pizza con la scarola (7,50). Siamo rimasti, io e Sandra, molto soddisfatti in primis dalla qualità del cibo e in secondo luogo anche dal prezzo (31 euro totali, 15,50 a testa).

C’è da dire che siamo stati molto attenti, durante la scelta dei piatti, perché avevamo intuito che senza un rigido controllo avremmo ‘sforato’ (come anche segnalato ancora una volta dai blog). Così abbiamo mangiato bene, serviti con attenzione, con i tempi giusti e con i piatti arrivati esattamente nell’ordine che avevamo richiesto, pagando una cifra assolutamente competitiva. Nel dettaglio le cose positive e negative.

Di positivo la qualità dei piatti sia nella presentazione che nella qualità della materia prima, cosi come il servizio di cui abbiamo già detto. Abbiamo trovato speciale ogni portata: fantastiche le patate fritte cacio e pepe (a sfoglia e non a bastoncini…), ottimo il filetto di baccalà, saporito e con frittura perfetta (si, sono sicuro che era baccalà e non merluzzo…), straordinario il tortino zucchine, funghi e provola, gustoso ed equilibrato. Che dire della pizza con la scarola? Meravigliosa, fina -quasi croccante- con la scarola ripassata in padella ma freschissima:  per noi forse la migliore pizza della stagione. Di negativo due cose: i tavoli esageratamente vicini (non andrei mai il sabato sera, neanche il venerdì e forse pure il giovedì..) e il menù del giorno scritto a pennarello piccolo piccolo su una lavagna specchiata in fondo alla sala (mi sono dovuto alzare più volte per leggere e riportare a Sandra rimasta incastrata tra due tavolini).

Dunque, Accasadì promosso, non a pieni voto ma quasi.

Condividi

4 thoughts on “Accasadì

  1. Provato qualche mese fa, ricordo con molto piacere le patate cacio e pepe… Buon indirizzo, anche se abbastanza rumoroso. Concordo con la recensione anche circa la estrema vicinanza fra i tavoli e la scarsa leggibilità della lavagna. Nota a margine per Secondome: il locale è degli stessi proprietari di Retro

  2. oltre ai tavoli molto vicini ed al rumore di sottofondo, a me è capitata la pizza con melanzane e aglio puro… insomma ..avevo tante aspettative sul locale, ma sono rimasta piuttosto delusa, anche i dolci non sono stati degni di nota.
    ma la cosa he più mi ha stupito è che appena ci hanno portato un piatto di gnocchi,giusto il tempo di fare i primi assaggi e…ce lo hanno portato via giustificando il gesto perchè non sincrono con le pizze degli altri commensali….e che era destinato ad altro tavolo…..

  3. Ciao! Io vado abbastanza di frequente in questo ristorante visto che si trova a 5 minuti di macchina da casa. Concordo molto con la recensione. Tavoli vicini e lavagna sono le pecche della struttura. Il servizio e’ a mio avviso buono, ma a volte si perdono in piccole cose. Sono stato domenica scorsa con un ragazzo di Bologna e altri due amici e abbiamo aspettato 45min tra l’antipasto e le portate, ma era la prima volta che succedeva. Sono molto d’accordo sui piatti: materia prima di buona qualità, buona la presentazione e anche il prezzo è molto interessante. Figurone con l’amico di Bologna che si è scrofonato tutto. Lo promuovo anch’io. Mai provato la pizza qui, sempre primi o carne. Il loro forte: antipasti, patate cacio e pepe, dolci interessanti. I primi sono buoni, ma a volte pesanti (attenzione alla scelta) e la carne è buona, ma c’è di meglio.

  4. Molto buono, personale simpatico e spesa proporzionalmente contenuta, almeno 8 come punteggio!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *