Sforno

Finalmente riesco a recensire Sforno!

Sforno è una delle più celebri pizzerie di Roma. Amata visceralmente dai suoi sostenitori (“Sforno è LA pizzeria”) e molto apprezzata anche dai detrattori (“Sforno è ottima, però…”), sarebbe stato naturale metterla tra le prime recensioni di questo blog. Eppure. Eppure la distanza da casa mia, che si trova dalla parte quasi diametralmente opposta della città, e il diabolico sistema dei turni di cui dirò tra poco hanno fatto sì che ci andassi per la prima volta solo la scorsa estate e la seconda venerdì scorso.

Ma veniamo a noi: ci troviamo all’incirca a Cinecittà, nei pressi dell’incrocio tra la Palmiro Togliatti e la Tuscolana. Parcheggiare non è semplicissimo, ma neppure drammatico. Il principale limite è quello cui accennavo: i turni. Si può prenotare solo per due orari: alle 20,15 o alle 22 (quindi, per chi come me abita tra l’Aurelia e la Boccea significa che esiste solo il turno delle 22).
E prenotate, non è saggio non farlo.

L’ambiente non è molto ampio, una quarantina di coperti che  raddoppiano l’estate grazie allo spazio esterno antistante. Il servizio molto amichevole, attento e discreto.

Cosa prendere una volta che vi sedete? Qualunque cosa. Non scherzo, qualunque cosa prenderete, anche bendandovi e puntando con il dito a casaccio sul menu, uscirete soddisfatti.

I cavalli di battaglia per gli antipasti sono le patatine fritte, tagliate a sfoglia e aromatizzate, i supplì alla gricia e le crocchette patate e ‘nduja. Ma ci si può far stuzzicare anche dalle proposte del giorno. Venerdì con Forfri (che recensisce anche lei su SecondoMe) abbiamo provato, con estremo godimento, un supplì asparagi e Taleggio e un arancino ripieno di trippa alla romana.
Un’alternativa per l’antipasto è prendere, se si è almeno in quattro, una pizza cacio e pepe: trattasi di un piatto molto appariscente, una pizza già affettata interamente ricoperta di pecorino con un macinapepe al centro. Noi la prima volta abbiamo fatto l’errore di prenderla come pizza. Ma mangiarne una intera significa condannarsi a bere per tutta la notte per placare l’arsura dovuta al troppo formaggio. Un ringraziamento a Cyb per la dritta!

Quanto alle pizze, il cui impasto è meravigliosamente digeribile, morbido e con ampio cornicione (almeno rispetto agli standard romani), potete scegliere tra una proposta sostanzialmente classica (consigliatissima la mozzarella, patate e gorgonzola) e una linea più creativa. In quest’ultima è da catalogare la celebre Greenwich, con mozzarella, blue Stilton e riduzione di Porto, ma anche le produzioni “del giorno”, segnalate sull’immancabile lavagnetta al centro della sala. Venerdì, per dire, ho provato la Testarossa, con coppa di testa, mozzarella al Campari (sì, Campari) e patate: davvero curiosa, ma con il dolce-amaro del Campari che si sposava perfettamente con il dolciastro della coppa di testa.

Nota di riguardo per le birre, con un’ampia Carta a parte dalla quale scegliere a proprio piacimento.

Non posso invece dire nulal sui dolci, non avendoli colpevolmente mai presi, ma così ho una scusa per tornarci.

Come prezzi, per antipasto, pizza e birra siamo intorno ai 20 Euro.

10 Replies to “Sforno”

  1. Ciao ragazzi,
    Di Sforno penso che sia veramente una delle migliori pizzerie di Roma. Anche il fatto che sia sempre pieno non e’ proprio un caso. Segnalo in piu’ 00100 a Testaccio vicino al Teatro Vittoria. Lo segnalo qui perche’ sono gli stessi di Sforno che hanno aperto una pizzeria al taglio. Oltre alle pizze di Sforno potete trovare i ‘trapizzini’, piccoli fagottini che potete riempire con prelibatezze della cucina romana. Ottima anche la varieta’ di birre.

    E’ una pizzeria al taglio, ma di grande qualita’. Noi facciamo tappa li’ e poi un bel film al greenwich!

  2. @emiliano: Grazie! Mi hanno parlato altre volte di 00100 ma non sapevo fossero gli stessi di Sforno. Lo proverò!

    @blubbo: fammi sapere com’è andata!!!

    @rossana: no, mai provata, merita? Di cosa si tratta?

  3. La cosa migliore è la panzanella con il baccalà…. è così buona che una volta l’ho presa come antipasto e poi ho fatto il bis e l’ho mangiata anche al posto della pizza….. Provatela!

  4. Direi che anche la pizza cacio e pepe non è male… E soprattutto i suppli/arancini… Ci sono andato sotto consiglio di amici amanti del “bio”… Ok Sforno proprio non lo è, però utilizza ancora un’ottima pasta madre…

  5. Sforno è senz’altro una buona pizzeria, a mio parere però non la migliore. Per prima cosa deve piacere la pizza alta (e un pò gommosetta…), i condimenti sono nella media, il tutto a prezzi a mio parere troppo elevati, soprattutto considerando ubicazione, tipo di locale e livello di servizio. Eccezionale scelta di birre artiginali (prezzi da orafi, ma buone).

  6. Sono stata in questa pizzeria neanche un mese fa.Tutti ne parlavano un gran bene,segnalata più volte nelle varie guide (soprattutto in quella dei ristoranti low-cost).Con alcuni amici abbiamo deciso di provare.La zona,per noi,era perfetta.Abbiamo deciso di andarci si sabato(purtroppo è l’unico giorno in cui si può).Per prenotare abbiamo iniziato a chiamare dal venerdì pomeriggio,nessuno ha mai risposto,abbiamo continuato il sabato pomeriggio e niente…verso le 18,30 una timida voce ci informa che era tutto pieno e che se volevamo potevamo prenotare per le 22,30 e ci dice che voleva essere richiamata per confermare.Neanche 2 minuti,la richiamo e non risponde più nessuno(staccano il telefono).Una mia amica abita lì vicino ed è andata a prenotare a piedi!!!Hanno provato oltretutto,a dirci che non era più possibile neanche alle 22,30 ma alterandosi si risolve sempre tutto.Vabbe’ per farla breve sì,la pizza è buona e anche gli antipasti sono particolari…magari è superiore alla media,ma non sensazionale(a parer mio),low-cost per niente perché i prezzi non sono bassissimi…e in più,alcuni tavoli erano vuoti,quindi non ho neanche capito perché ho dovuto cenare alle 22,30.Insomma,mi sembra il solito ristorante/pizzeria che una volta fatto il nome…dei clienti e del servizio…’sti cavoli!

  7. Ciao Betta,
    mi spiace per la tua esperienza negativa. Se posso dire una cosa a riguardo è questa: in effetti Sforno ha da sempre, a mio ricordo, avuto il problema dell’altissima affluenza nel weekend. Le prime volte che ci volevo andare dovevo chiamare non più tardi del mercoledì… per mangiare Sabato!

    Però, se posso spezzare una lancia a favore dei gestori (ovviamente è un parere del tutto personale), io ritengo sia una dimostrazione di serietà da parte loro non accettare più prenotazioni di quanto possono, anche a rischio di avere tavoli vuoti perché chi ha prenotato non si presenta: secondo me quello di fare “overbooking” è un vizio che si è diffuso troppo e quindi tanto di cappello a chi si assume il rischio pur di garantire il posto a chi ha prenotato.

    Sorvolo sul resto, perché anche se non sono d’accordo sono più che felice che tu abbia condiviso con noi e con gli altri lettori il tuo giudizio!

  8. Ho mangiato più volte da Sforno e sia la pizza che gli arancini sono buoni. Ma in zona la miglior pizzeria è Brunch (a Ciampino), accanto all’Orion Club. Pizza OTTIMA e prezzi abbordabili.

    NB tra l’altro so che le patate in sfoglia non sono una loro ricetta ma di Bir&Fud (ci sta scritto anche nel menù), pizzeria che sta a Trastevere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *