L’Archetto

L’Archetto negli anni ’90 era un’ottima pizzeria. Me ne dovrò ricordare la prossima volta che viaggerò indietro nel tempo.

Quanto al presente, meglio tacere. Anzi no, meglio parlare: un disastro.

Di antipasto un fiore di zucca ripieno, più piccolo del mio dito indice. Un caso? Evidentemente sì, quello di Paola era circa quanto il mio dito medio.

La pizza: gommosa.

Tra l’altro, Paola ha preso una focaccia con Bufala e Pachino: prontissimo a ricredermi, ma quella dozzina di striscette sulla focaccia che dovevano essere mozzarella di bufala avevano l’aspetto, il colore, la consistenza e il sapore della Pizzottella.

La brocca di birra alla spina, tiepida al punto giusto, abbiamo potuto gustarla in caratteristici bicchieri da acqua in stile anni ’70.

Mai più. Almeno fino al prossimo viaggio nel tempo. Continue reading “L’Archetto”

La Danesina

Ieri sera a me e Paola è venuta voglia di provare un nuovo ristorante. Abbiamo fatto male.
L’errore principale è stato cercare un ristorante aperto tra quelli di cui abbiamo sentito parlare ultimamente in una splendida Roma tipicamente ferragostana, semideserta. L’impresa è chiaramente fallita, poiché l’altro lato della medaglia del depopolamento è la chiusura dei locali. Ci siamo perciò trovati nella spiacevole condizione di doverci inventare un posto dove mangiare in una città abitata quasi esclusivamente da turisti, con l’ovvio rischio di finire preda di ristoratori senza scrupoli che propinano i famigerati “menu turistici”…
Fatta questa premessa, posso dire che ci è andata bene! Abbiamo infatti scelto, dopo aver peregrinato, l’osteria “La Danesina”, in pieno centro, in via del Governo Vecchio.
Continue reading “La Danesina”