La Pratolina

A me la Pratolina piace tanto!

Si tratta di una pizzeria, anzi di una pinseria, non grandissima nel cuore di Prati. I proprietari sono gli stessi dell’Antica Schiacciata Romana a Monteverde, con il quale condividono anche il menu.

Si parte con gli sfizi fritti, tris di crocchette e bocconcini fritti. Noi abbiamo provato gli sfizi di terra, che comprendevano un bocconcino di melanzane e mozzarella, una assaggio di scamorza e una crocchetta di patate con ricotta e spinaci. Il fritto è molto asciutto e ben fatto, gustoso.

A seguire, il piatto principe, la pinsa. Di fatto è una sorta di pizza dalla forma allungata, poco più spessa della cosiddetta “pizza romana” e cotta al forno a legna. I condimenti possibili sono quelli usuali della pizza, e così si può andare dalle classicissime mozzarella e pomodoro alla mia preferita, broccoletti e salsiccia, passando per una quarantina di possibili varianti. Il punto di forza delle pinse de La Pratolina è l’impasto, leggerissimo, e la cottura, a mio avviso perfetta, con la base croccante all’esterno e morbida all’interno.

A chiudere, il dolce, un po’ sotto le aspettative: ho preso una mousse al cioccolato con le mandorle, ma il risultato è troppo dolce per quanto riguarda la mousse e insipido per quanto riguarda le mandorle a filetti, che non agiungono nulla alla mousse. Il consiglio, in questo caso, è saltare il dolce e poi farsi una passeggiata nella vicinissima Gelateria dei Gracchi, in via dei Gracchi 272.

Il conto, con una Menabrea ambrata alla spina e un caffè, è intorno ai 25 Euro.

(foto presa dalla pagina facebook de La Pratolina. Così mi imparo a dimenticarmi la macchinetta fotografica)

Antica Schiacciata Romana

Ieri sera con alcuni amici siamo andati a mangiare all’Antica Schiacciata Romana, una pizzeria aperta da 2-3 anni (sembra) a Monteverde della quale non avevo mai sentito parlare. Dico subito che è stata una piacevole sorpresa.

Il locale è costituito da un paio di ambienti non molto grandi ed è arredato con gusto semplice e gradevole, dando complessivamente un’impressione di curata luminosità. I tavoli vicini ma non addossati creano un’atmosfera di allegra convivialità.

Abbiamo iniziato con gli sfizi fritti. Già dal menu si consiglia di prenderne uno ogni due persone per non esagerare con le porzioni, e così abbiamo fatto. Ci sono tre coppie di piccole crocchette in ogni piatto e i gusti sono i più disparati: mozzarella e basilico, riso allo zafferanno, ‘nduja, ricotta e spinaci, melanzane e riso e chi più ne ha più ne metta.
Buoni, molto sfiziosi e nella giusta quantità per non compromettere il gusto dei piatti succesivi.

Poi siamo passati al piatto principale della pizzeria: l’antica schiacciata romana. Continue reading “Antica Schiacciata Romana”

Pinsa e Buoi

Ai confini (esterni) della ztl notturna di San Lorenzo, vicino Porta Maggiore, sabato scorso abbiamo provato Pinsa e Buoi, un ristorante-pinseria (sì: ‘pinseria’, non ‘pizzeria’… capirete meglio più avanti…) che mi aveva incuriosito e che volevo provare da quando non sono potuto andare all’ultimo incontro organizzato da BlogBeer.
Parto dal mio personalissimo giudizio finale: Pinsa e Buoi potrebbe essere un ottimo ristorante, con piatti sufficientemente ricercati e contemporaneamente con un’ampia libertà di scelta nel menu. Però poi inciampa (e a volte cade, anche rumorosamente) su tutta una serie di dettagli che ti lasciano a fine serata con la sensazione che tutto sarebbe potuto andare meglio.
Continue reading “Pinsa e Buoi”